Impianti dentali con poco osso

La medicina ed in particolare l’odontoiatria è alla costante ricerca di terapie sempre meno invasive per il paziente al fine di riuscire, il più possibile, a contenere il dolore e a ridurre il fastidio. Molti interventi, infatti, vengono eseguiti oggigiorno in day hospital e non sono più necessari lunghi ricoveri e degenze post operatorie di qualche giorno, se non in casi del tutto eccezionali. Un tipico esempio di ciò, è rappresentato dalla semplicità con cui oggi si effettuano impianti dentali anche su pazienti che hanno poco osso e, soprattutto, senza ricorrere agli innesti ossei.

Gli innesti ossei

Se ad esempio qualche anno fa era assolutamente necessario ricorrere ad innesti di osso mascellare, in presenza di una grave atrofia, prima di procedere con l’implantologia a carico immediato, oggi, grazie all’arrivo sul mercato degli impianti zigomatici, è possibile aggirare questo ostacolo, proponendo al paziente nuove soluzioni, più rapide e meno costose. innesto-osseo-vs-impianto-zigomaticoSe osserviamo la tabella, notiamo infatti una serie di vantaggi che sono a favore degli impianti dentali con poco osso.

Gli impianti dentali con poco osso

Qualsiasi genere di innesto osseo richiede per un’ossificazione completa, da 8 a 12 mesi, a seconda delle condizioni fisiche del paziente, quindi sarà possibile procedere alla valutazione dell’applicabilità degli impianti fissi, soltanto trascorso questo tempo. Nel frattempo il paziente dovrà subire il disagio di continuare a portare una dentiera mobile con tutto il conseguente fastidio dato dall’uso della pasta, della pulizia, etc.

impianti-zigomatici3Invece con gli impianti zigomatici potrà entrare in clinica al mattino ed andarsene in giornata con almeno dei denti provvisori che gli permetteranno di sorridere, parlare e perfino mangiare.

Questo genere di impianti è più lungo di quelli tradizionali e si ancorano saldamente all’interno dell’osso zigomatico, anche in quei casi dove non ci sia sufficiente osso mascellare.

Il futuro

Il futuro dell’implantologia moderna è sempre di più orientato verso tecniche poco invasive e che permettano, nel giro di qualche ora, di riportare il sorriso sul volto dei pazienti, anche su quello di coloro che sono costretti a portare una dentiera, poiché con l’implantologia dentale senza osso si possono risolvere, con successo, anche i casi più difficili.

Ci saranno sempre meno trapianti o innesti di osso e sempre più impianti zigomatici, poiché essi sono più rapidi da realizzare, meno costosi ed hanno una percentuale di riuscita molto vicina al 100%. Inoltre richiedono al paziente una minore assenza forzata dal posto di lavoro ed anche questo contribuisce a farli apprezzare più degli innesti ossei.

Per avere maggiori informazioni visitate il sito http://impiantodentipocoosso.it


Articolo a cura della Web Agency di Torino – Seo Business

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>